Immagine casuale 2017

Immagine casuale 2016

Immagine casuale 2015

Immagine casuale 2014

Immagine casuale 2013

Immagine casuale 2012

Immagine casuale 2011

Immagine casuale 2010



Designed by:

Escursione micologica a passo Carlo Magno 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

ESCURSIONE MICOLOGICA A PASSO CARLO MAGNO

Giovedì 5 ottobre

La mattina presto l' autobus ha dapprima caricato gli escursionisti di Riva e a seguire quelli di Arco. Eravamo tutti "armati" a dovere con cestini e bastoncini e ovviamente anche con una gran voglia di trovare finalmente i desiderati miceti. Visto che fra l' altro si preannunciava anche una bella giornata, ci siamo mentalmente preparati alla raccolta che ci aspettava. Il posto prescelto per noi da Fabio Arnoldi ( coordinatore della Federazione dei gruppi micologici del T.A.A.), che fra l' altro ci ha anche gentilmente accompagnato poi tutto il giorno, era stato individuato poco oltre Campo Carlo Magno, sulla strada per la val di Sole e precisamente nella zona dell' albergo Genzianella, punto d' incontro fra noi e lui proveniente da Dimaro con alcuni amici. Dopo 3 ore circa ci siamo ritrovati al pullman ed abbiamo fatto una prima valutazione del raccolto. A parte qualche rara eccezione, lo stesso era relativamente mediocre, ma pur sempre interessante in vista della mostra micologica che avremmo tenuto come sempre un paio di giorni dopo in quel di Riva. Siamo poi ripartiti alla volta di Campiglio per raggiungere la malga MONDIFRA' (che vuol dire Monte dei Frati) nella zona di Campo Carlo Magno che era stata individuata preventivamente da Fabio come locale per il pranzo ed il controllo del raccolto.

Il pranzo e' stato decisamente molto buono sia per la qualità che la convenienza, abbinate poi ad una notevole quantità e buon servizio: penso che ce lo ricorderemo per molto tempo. Dopo questa pausa conviviale e' stata fatta la cernita vera e propria dei funghi, sempre con l' aiuto di Fabio

e, prima di intraprendere il ritorno, alcuni hanno provveduto a cercare di migliorare il raccolto del mattino perlustrando i boschi e prati circostanti per un' altra oretta circa ed una persona (il solito fortunello?) ha trovato dei bellissimi porcini. Al rientro abbiamo potuto ammirare una bella panoramica dei monti circostanti la zona di Campiglio e con l' ausilio di indicatori  e' stato possibile individuare le singole svettanti cime e darne il relativo nome.

Italo Miorelli