Immagine casuale 2017

Immagine casuale 2016

Immagine casuale 2015

Immagine casuale 2014

Immagine casuale 2013

Immagine casuale 2012

Immagine casuale 2011

Immagine casuale 2010



Designed by:

FIERA DELL'ARTIGIANATO A MILANO 2016
Scritto da Redazione   

VISITA ALLA FIERA DELL’ARTIGIANATO A MILANO – RHO

Sabato 3 dicembre 2016

Siamo partiti da Riva con un pullman “grande” per trasportare tutti i partecipanti a questa, per me nuova, meta e per un’ interessante esperienza. Dopo aver raccolto lungo il percorso altre persone e dopo una sosta ristorativa lungo l’autostrada, siamo arrivati alla meta; dopo aver fissato l’orario per il rientro, ognuno se ne è andato fra gli stand con la propria mappa che indicava la dislocazione dei vari padiglioni.

C’erano tante cose da guardare: belle ed interessanti, più o meno conosciute, comunque per la maggior parte con prezzi accessibili. La Fiera è divisa in varie parti: ci sono stand italiani di tutte le regioni, Trentino – Alto Adige compresi, quelli europei, delle americhe, asiatici, africani, australiani, ognuno con le proprie proposte e produzioni artigianali e non. Si trova di tutto: dalle ceste senegalesi alle ostriche della Bretagna, dai saponi francesi profumatissimi alle collane africane, fiori dall’Olanda, sculture lignee della val Gardena, gemme preziose dal Sudafrica, ma anche abbigliamento di tutti tipi ed accessori vari,fino ad arrivare ai molteplici prodotti della gastronomia regionale italiana ed internazionale Prima del pranzo numerosi sono stati gli assaggi che le decine di venditori offrivano e che sono stati graditi come aperitivo.

Per il pranzo, essendoci in ogni stand ristoranti, self service, taverne o bar, non restava che la scelta secondo il gusto personale o la curiosità di assaggiare cibi etnici. Per le persone che non hanno girato il mondo ed abituate ai mercatini della nostra zona, è stata un’occasione per osservare l’artigianato internazionale e farsi un’idea delle varie produzioni. Continuando l’escursione nei vari paesi, acquistando qualcosa o semplicemente curiosando, è giunta l’ora del ritorno. Saliti sul pullman penso che come me, molti abbiano colto la possibilità di rilassarsi dopo una giornata frenetica a contatto con migliaia di persone alla concitata ricerca di qualcosa da acquistare, ben diversa da quelle che siamo soliti passare nei boschi o sulle montagne dove quello che ti circonda è la natura e non una folla di persone. Comunque esperienza interessante che penso di ripetere il prossimo anno.

 

 

Rosanna

 

 

 
Escursione micologica in Val di Cembra 2016
Scritto da Redazione   

ESCURSIONE MICOLOGICA IN VAL DI  CEMBRA
DOMENICA  02 OTTOBRE

Nell’ultima riunione, la Federazione dei Gruppi Micologici del Trentino – Alto Adige aveva deciso di organizzare un’uscita micologica comune per conoscere il territorio dal punto di vista micologico, scambiare idee e opinioni, confrontarsi e fare un servizio importante per il monitoraggio dei macromiceti di alcune zone del trentino. Si era pertanto dato mandato al Gruppo Scopoli della val di Fiemme di organizzare la manifestazione. La scelta è caduta sulla val di Cembra e precisamente sulla località Maderlina nel comune di Lisignago. Il nostro Gruppo (risultato il più numeroso) ha partecipato con una quindicina di persone all’evento; partiti in bus al mattino, abbiamo raggiunto Cembra dove abbiamo incontrato gli altri partecipanti ed insieme ci siamo recati  nella località prescelta per la raccolta. Lasciate le auto presso il Rifugio SAT Maderlina, ci siamo inoltrati, sotto una leggera pioggia, nei boschi di latifoglia e conifere e abbiamo cercato funghi fino alle 12. Siamo quindi ritornati a Cembra e presso l’Agritur “Le Cavade”, situato in mezzo ad un meleto, abbiamo pranzato facendo onore al ricco menù preparato. Sotto un pallido sole, si è disposto il raccolto su di un lungo tavolo ed è iniziata la determinazione dei miceti. Marco Donini, presidente della Federazione,

ha esaminato tutte le varie specie raccolte, discutendo di volta in volta con gli altri esperti presenti la corretta identificazione dei macromiceti. Contemporaneamente si è fatto un elenco di quelli ben identificati (una cinquantina) che verrà messo a disposizione dei vari Gruppi.

La “lezione” micologica è stata interessante e seguita con attenzione dai nostri partecipanti perché tra funghi esaminati molti erano buoni commestibili che la maggior parte di noi non conosceva. Ci siamo lasciati con il proposito di ripetere la manifestazione il prossimo anno, magari anticipandola a metà settembre in modo che chi non ha potuto intervenire per la concomitanza delle mostre, possa essere presente, così da favorire la partecipazione di tutti i Gruppi della Federazione.
Orazio

 
Escursione micologica e pranzo sociale a passo Durone 2016
Scritto da Redazione   

ESCURSIONE MICOLOGICA E PRANZO di chiusura stagione al Passo del Durone.

Domenica 09 dicembre

Dopo un´annata avarissima di miceti, si sperava in chiusura di poter raccogliere almeno qualche fungo.

La giornata molto uggiosa ha fatto si che al mattino in sede si ritrovasse solamente uno sparuto numero di eroi che non s´erano lasciati spaventare dal brutto tempo.

Purtroppo però il loro coraggio non e´stato premiato e di funghi nemmeno l´ombra se si esclude solo un unico porcino e qualche altro fungo "disperso", confermando cosi anche in chiusura stagionale un anno "horribilis" sotto questo aspetto, tant´è che non è stato nemmeno necessario procedere alla solita determinazione del raccolto.

Nel frattempo con l´avvicinarsi dell´ora di pranzo anche tutti gli altri soci che si erano prenotati per il pranzo, ben 44 in tutto !!, sono arrivati al rifugio, chi in compagnia chi per conto proprio.

Nel locale, molto accogliente, avevamo a disposizione 4 tavolate ben disposte e cosi dopo i convenevoli verso le 12.30 abbiamo potuto dare il via al pranzo.

Abbiamo iniziato con dei buoni crostini a base di radicchio dell´orso accompagnati da qualche profumata fettina di salame nostrano. Il tutto senza esagerare poichè il programma prevedeva a seguire un abbondante "piatto unico" della casa con svariati prodotti quali:

polenta di storo "biota" - la stessa polenta con formaggio fuso - spezzatino di cervo (eccezionale e speziato ad arte) - crauti con cotechino - funghi trifolati e peveraa, il tutto accompagnato da un buon vino. Per concludere e prima del caffè e digestivi abbiamo potuto assaggiare anche la torta di carote.

Tutti quanti sono rimasti contenti sia della scelta che servizio reso, ma in special modo anche della quantità e qualità del cibo servito oltretutto ad un più che ragionevole prezzo.

Durante il pranzo il direttivo ha dato le ultime indicazioni e/o informazioni dell´attività prevista nei prossimi mesi invernali ed ha anche potuto consegnare una targa a ricordo per i suoi 40 anni di appartenenza al gruppo al nostro socio Campani Renzo.

Dopo aver ringraziato la proprietaria con collaboratori il convivio si è sciolto con la soddisfazione di tutti d´aver passato ancora una volta una bella giornata assieme e con spirito "fungaiolo", anche se con cestini vuoti, ma in compenso sul tavolo non erano mancati quelli trifolati anch´essi molto buoni ed abbondanti.

Italo Miorelli

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 42