Immagine casuale 2017

Immagine casuale 2016

Immagine casuale 2015

Immagine casuale 2014

Immagine casuale 2013

Immagine casuale 2012

Immagine casuale 2011

Immagine casuale 2010



Designed by:

ESCURSIONE A PASSO GIAU
Scritto da Redazione   

Domenica 18 luglio 2010.

Dopo aver visto in televisione il giro d'Italia passare per il Passo Giau, situato tra l'Agordino, il Cadore e la nostra regione, incuriosita

dei bei posti, decisi di fare una gita con amici. In una bella giornata di settembre percorremmo la Val di Fiemme e Fassa, il Passo della

Fedaia, con lo spettacolo della Marmolada, scendendo nel Cadore e risalendo la val Fiorentino fino ad arrivare al Passo Giau.

       

Lo spettacolo era fantastico, L'arietta frizzante ci invitava a salire per il sentiero che porta al rifugio Avenau, mentre il massiccio del Nuvolau ci

proteggeva dall'aria che saliva dalle valli circostanti.

       

Uno spuntino al Averau e su per un'altra mezzora fino al rifugio Nuvolau, posto sulla cima del monte omonimo dove, con

una vista a 360 gradi parte delle montagne più spettacolari della zona erano sotto i nostri occhi: le Tofane, il Cristallo, Le Cinque Torri,

il Sella, il Faloia, la Croda Rossa e tante altre.

Volevo far partecipi di questa bella gita i soci del Gruppo Micologico organizzandola in una domenica di luglio contando sul bel tempo.

Purtroppo esso non è stato favorevole. La pioggia del giorno prima aveva reso scivoloso il gradevole sentiero fra i massi facendomi

sentire un po' in colpa d'averlo consigliato anche a chi poteva aver problemi. Stando loro vicina e senza fretta, siamo riusciti tutti

ad arrivare al primo rifugio. A causa del forte vento freddo lungo il crinale del Nuvolau, solo alcuni determinati e avventurosi sono

 stati premiati dalla vista che si poteva godere dalla cima. Lungo il percorso abbiamo potuto ammirare, tre le rocce, la fioritura di

papaveri gialli e rare sassifraghe, ma quello che più mi ha colpito è stato il vedere un'eccezionale fioritura di Arnica e Negritella

scendendo nei prati, Negritelle grosse come noci che profumavano di vaniglia l'aria circostante.

Nel ritorno siamo passati da Alleghe con il suo lago e il Monte Civetta che la sovrasta. A Cercenari siamo saliti verso Falcade

fermandoci per una sosta a Passo S. Pellegrino.

Malgrado il tempo, la zona del Passo è piaciuta tantissimo invogliando molti soci a tornare in una giornata serena.

MARINELLA.

 
<< Inizio < Prec. 31 32 33 34 35 36 37 38 39 Succ. > Fine >>

Pagina 39 di 39